Array
(
    [post-thumbnail] => Array
        (
            [width] => 66
            [height] => 66
            [crop] => 1
        )

    [recent-post-thumbnail] => Array
        (
            [width] => 600
            [height] => 240
            [crop] => 1
        )

    [woocommerce_thumbnail] => Array
        (
            [width] => 150
            [height] => 150
            [crop] => 1
        )

    [woocommerce_single] => Array
        (
            [width] => 300
            [height] => 0
            [crop] => 0
        )

    [woocommerce_gallery_thumbnail] => Array
        (
            [width] => 100
            [height] => 100
            [crop] => 1
        )

    [shop_catalog] => Array
        (
            [width] => 150
            [height] => 150
            [crop] => 1
        )

    [shop_single] => Array
        (
            [width] => 300
            [height] => 0
            [crop] => 0
        )

    [shop_thumbnail] => Array
        (
            [width] => 100
            [height] => 100
            [crop] => 1
        )

)
0 objet - 0,00

Vulnerabilita

E SE LA VULNERABILITA’ FOSSE LA VERA POTENZA? ACCESS CONSCIOUSNESS..

Oggi vi parlo di vulnerabilità. Perché? Perché il termine di vulnerabilità è spesso errato nella nostra mentre e cioè attraverso tutte le credenze alle quali siamo stati condizionati.

Ne posso veramente parlare perché ero davvero qualcuno che pensava che rendersi vulnerabile o essere vulnerabile era essere fragile, essere uno zerbino, essere uno straccio, farsi abusare e quindi partendo da queste credenze errate della vulnerabilità ero nel controllo, ero nella forza, e sempre dietro alle mie barriere per difendermi o proteggermi da un eventuale attacco o da un eventuale pericolo.

Quindi certamente questo modo di funzionare non si vede per forza, sappiamo benissimo nasconderla e renderla invisibile eppure è un motore interiore che può essere presente e forse vi parla o vi riconoscete in questo.

Non è ne bene e ne male. E semplicemente vedere che cosa crea.

Crea una vigilanza costante, molto stress e poco rilassamento e quindi questo influenzava tutto, le mie relazioni , la relazione con me stessa, il mio modo di star al mondo.

Quando state nel mondo a partire da un automatismo di vigilanza che è lo ripeto, non si vede, perché nessuno dei miei amici e conoscenze che mi vedeva poteva dire che ero molto stressata. Ero piuttosto quella che era lì per gli altri. Quindi avevo questa capacità di assorbire quello che dicevano gli altri come i loro problemi e di trovare delle soluzioni. Quindi ero identificata come una persona che aveva una certa forza e una persona creativa per questo genere di situazioni. Ma la parte immersa dell’iceberg viveva nella vigilanza costante e sempre sulle spine e non approfittava mai del momento presente e questo è una cosa che il mio corpo anni dopo è venuto ad urlare alle mie orecchie.

E si perché il vostro corpo non trova nessun interesse nello stress , nella vigilanza, nel controllo, nella forza e vivendo dietro a delle barriere. No. Il vostro corpo è questo strumento del ricevere , è un ricettore di tutte le energie che ama vibrare come un diapason con tutte le energie che lo attraversano che siano più o meno intense. E questo ha provocato una sconnessione con il mio corpo.

E quando siete sconnessi con il vostro corpo e in vigilanza costante, la vita è complicata, la vita è complicata cioè che tutto quello che sapete che è possibile, fornite tutte le energie, avete il talento, ci mettete il cuore , ci passate del tempo eppure non ha mai creato niente di fluido e questo vi chiederà ancora la vostra vigilanza per mantenere le cose al loro posto che si tratta delle relazioni o progetti professionali.

E anche questo è stancante e un giorno ci accorgiamo che non abbiamo più voglia di vivere così. E in più quando ci si sposa o si è in coppia , quando si hanno dei bambini, quando si crea la propria attività professionale per esempio, quindi ne aggiungiamo ancora, ancora e ancora e si finisce per vivere e funzionare in costante vigilanza.

Quindi quale il rapporto con la vulnerabilità?

Questo rapporto è gigantesco. E cioè vuol dire che la vulnerabilità sarà completamente l’opposto di quello che vi ho appena descritto. Sarà funzionare senza barriere che vi proteggeranno , vi difenderanno da qualsiasi cosa.

E quindi vivere senza barriere con le persone , senza barriere con le situazioni della vita che incontriamo, senza barriere con i progetti che portiamo avanti, ci permette all’opposto di quello che ci è stato detto e cioè che ci renderà fragili, che sentiremo l’impatto ,farci cadere , è esattamente il contrario.

La vulnerabilità è la vera potenza. E cioè quando funzionate dietro le vostre barriere se vi lancio qualche cosa che sia un giudizio, un No, un rifiuto, un disaccordo, della violenza , sono delle energie si ok ma se prendo una palla e che ve la lancio e se siete dietro le vostre barriere solide , è normale che se quello che vi sto lanciando di solido farà un impatto sulle vostre barriere e farvi tremare, e aver bisogno di tempo per riprendersi.

Ma se non avete nessuna barriera, anche se proietto su di voi tutto quello che voglio d’intenso , e come se gettasse una palla nello spazio ed è a questo che si vorrebbe arrivare in effetti e quindi è riconoscere che tutte queste barriere che abbiamo costruito tra noi e gli altri, tra noi e quello che abbiamo giudicato di negativo, tra noi e quello che abbiamo giudicato di positivo. E si perché quanti tra di noi è capace di ricevere un complimento senza giustificarlo, quanti tra di noi è capace di ricevere il desiderio o la gelosia senza difendersi ma rimanendo presenti. È la voce di mezzo in effetti.

Quindi che sia per le cose dette positive o dette negative, è esattamente la stessa cosa. È di vedere fino a che punto abbiamo apposto delle strategie con dei giudizi, con dei punti di vista, con delle vecchie credenze accumulate, abbiamo messo apposto delle strategie invisibili che io chiamo delle difensive come nei castelli , e poi c’è il fosso con il ponte e i coccodrilli nei fossi. Così siamo sicuri che se qualche cosa arriva vicino a noi, qualsiasi cosa, che corrisponde a tutto il nostro sistema di pensieri e di credenze nella dualità e cioè il bene il male allora saremo protetti.

Questo è totalmente l’inverso. Non siamo protetti, siamo in una gabbia perché la muraglia è tutta attorno a noi , le barriere sono tutte intorno a noi . ci impedisce di ricevere assolutamente tutto. E viviamo in questa specie di prigione che ripeto è invisibile, non potete vedere questo. È qualche cosa che percepite energeticamente e non riuscite a mettere delle parole su questo perché alcune volte il discorso della persona è totalmente all’opposto.

Se prendo il mio esempio ancora una volta , il mio discorso è sempre stato ottimista, è sempre stato creativo, ho sempre saputo che da qualche altra cosa era possibile. In un certo modo lo vivevo ma non in tutti gli spazi della mia vita visto che funzionavo a partire da questa prigione dorata dietro le mie barriere.

Quindi rendersi vulnerabile è riconoscere che la sola persona che può abbassare le sue barriere siete voi stessi. Siete l’unica persona che le ha alzate, e ora siete voi che avete la possibilità di abbassarle.

Quindi per quelli che sono pratici, potete chiudere gli occhi e di fronte ad una situazione che vi mette a disaggio, percepire , non è una visualizzazione ma è energetico, quindi percepire a che punto le vostre barriere sono alzate alcune fin sopra, per proteggervi.

Io spesso lo sento al livello del plesso solare come una specie di asso come se fosse solido li, e quindi di chiedere alle vostre barriere di abbassarsi.

In pilota automatico si alzano ogni volta che una situazione sembra complicata, sembra difficile ma tutto questo ha a che vedere con il passato, non ha niente a che vedere ad essere presenti nell’istante nel vostro corpo e di essere totalmente presente a quello che è.

Questo è funzionare a partire del passato ed è uguale a come Distruggere il vostro futuro. E cioè ripetere il passato sotto forma migliorata e quindi a non mai creare il vostro futuro.

Che scelta potete fare oggi che creerebbe il vostro futuro?

Piuttosto che riscaldare e ripetere tutte queste cose del passato, che non vi appartengono tra l’altro.

E quindi questa vulnerabilità è una scelta molto coraggiosa e molto audace , è incontrare tutto quello che ci viene raccontato , di abbassare le nostre barriere e di realizzare che siamo un essere alla taglia dell’universo, che non abbiamo bisogno di nessuna protezione e quindi di nessuna difesa, e che possiamo scegliere di essere totalmente coscienti. E quando si è totalmente cosciente, si percepisce tutto a 365 gradi costantemente.

E se insegnassimo la coscienza ai nostri figli , piuttosto che la prudenza . sono coscienti e se piuttosto le autorizzassimo ad essere quello che sono invece che di nuovo, come hanno fatto con noi, di ingozzarli di punti di vista, di ingozzarli di credenze, di ingozzarli di giudizi e di sistemi di conclusioni piuttosto che di riconoscere che loro sanno, sanno talmente tante cose.

Quando dico che sanno con una grande S, non sono nella conoscenza mentale ed intellettuale e razionale ma invece sono in questo accesso al Sapere totale , questo sapere infinito che non necessita solo di una cosa che è di chiedere e di aprirsi a ricevere l’informazione.

Quindi tutto questo discorso parte in tutte le direzioni, è così con le intelligenze autistiche X Men come vengono chiamate in Access Consciousness , parte in tutte le direzioni.
Ed è così che io funziono, in tutte le direzioni sempre.

Quindi questo da delle conversazioni alcune volte scucite per quelli che amano quando tutto è lineare.

Allora non ho più tanta gente lineare che viene a parlare con me, è normale.

Se avete seguito questa video finora non siete del tutto lineare e quindi benvenuti . La non linearità non è male e non è cattiva. È al contrario la creatività totale.
Se volete non giudicare, non utilizzare i filtri di questa realtà e di non più innalzare le vostre barriere di fronte a qualsiasi cosa, una situazione, una persona , un progetto. Di esercitarvi nel vostro quotidiano a percepire che le vostre barriere sono innalzate e di chiedere di abbassarsi e di percepire fino a che punto è un rilassamento per il corpo di abbassare le barriere perché permette al vostro corpo di ricevere l’informazione e l’energia . si nutre di energia il vostro corpo e voi accedete a più informazioni, più coscienza e più presa di coscienza quindi potete fare ancora più scelta dietro a tutto questo

Quindi se sentite parlare di vulnerabilità e vi dite “no non sicuramente no, in questo mondo di pazzi e di violenza, no la vulnerabilità non partirà da me “ . ero esattamente così!

E sono talmente tanto riempita di gratitudine di aver realizzato e scoperto che la vulnerabilità è questo spazio talmente magico e essere con tutto e con tutti e con se stessi e che è uno dei 5 elementi dell’intimità e parlerò degli altri presto perché dal 23 Febbraio 2018 iniziamo il programma INTIMAMENTE SE, parleremo dei 5 elementi dell’intimità che cos’è la vera intimità con se stessi, con gli altri e come ci si arriva?

Grazie per avermi seguita finora e a molto presto

Recevez un audio gratuit !

En vous inscrivant à ma Newsletter, vous recevrez un mail de confirmation qui vous donnera accès à cet audio, avec des outils, des perspectives, de l’énergie et de l’inspiration.

Nous ne vous enverrons pas de spam. Vous pourrez vous désinscrire à tout moment Powered by ConvertKit

Partager cet article :

Catégories : Blog, Texte